Logo della Presidenza francese del Consiglio dell'Unione europea - ue2008.fr

Get Adobe Flash player

Istruzione, gioventù e cultura

Il Consiglio Istruzione, Gioventù e Cultura riunisce, due o tra volte all'anno, in tre sotto-gruppi distinti, i ministri incaricati dell'istruzione, della cultura e del settore audiovisivo, e della gioventù.

La ricchezza e la diversità delle culture, l'educazione e le politiche espressamente dedicate alla gioventù determinano la qualità di vita dei cittadini. L'Unione europea si dà come missione di:

  • contribuire allo sviluppo di un'istruzione di qualità;
  • dare applicazione ad una politica di formazione permanente;
  • accompagnare la piena espressione delle culture degli Stati membri;
  • dare risalto all'eredità culturale comune.

L'organizzazione dei sistemi educativi e di formazione, nonché la definizione del contenuto dell'insegnamento e della formazione professionale, restano competenza degli Stati membri, nel rispetto della loro diversità culturale. Il Consiglio Istruzione, Gioventù e Cultura ha dunque il ruolo:

  • di coordinare la cooperazione tra gli Stati membri, che avviene in particolare attraverso lo scambio di informazioni e di esperienze su questioni di interesse comune;
  • di agire per via legislativa, in alcuni campi limitati, come il riconoscimento reciproco dei diplomi, per giungere ad un'armonizzazione necessaria alla mobilità delle giovani generazioni e agli scambi culturali e universitari o ancora nel campo audiovisivo, al fine di creare un mercato comune della radiodiffusione televisiva e incoraggiare lo sviluppo di un'industria di programmi.

L'Unione europea ha disposto un programma integrato di formazione permanente (2007-2013) ideato per offrire delle possibilità di scambio e di mobilità ai giovani cittadini. Questo programma raggruppa i sotto-programmi Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius e Grundvig. Nel campo della cultura e dell'audiovisivo, i programmi Cultura 2007 e Media 2007 mirano a preservare e valorizzare la diversità culturale e il suo patromonio cinematografico e audiovisivo.

Tutti questi programmi mirano in particolare a:

  • contribuire allo sviluppo dell'apprendimento e della diffusione delle lingue, per sviluppare la dimensione europea nell'ambito dell'istruzione e della formazione;
  • migliorare la conoscenza e la diffusione della cultura e della storia dei popoli europei e salvaguardare il patrimonio culturale di importanza europea;
  • stimolare la cooperazione tra gli istituti di insegnamento e di formazione,
  • incoraggiare la cooperazione tra gli istituti di insegnamento e le aziende, in particolare in materia di formazione;
  • migliorare la formazione professionale iniziale e continua, in modo da agevolare l'inserimento dei cittadini nel mercato del lavoro, il loro adattamento alle mutazioni industriali e la loro eventuale riconversione professionale;
  • stimolare la creazione artistica e letteraria, nonché il settore audiovisivo.

Il Consiglio Istruzione, Gioventù e Cultura delibera alla maggioranza qualificata, ad eccezione del campo culturale, per il quale le decisioni vengono prese all'unanimità, e agisce in codecisione con il Parlamento europeo.

 

Elementi "Istruzione, Gioventù e Cultura"

  • Ultimo aggiornamento: 25.06.2008
  • Ingrandisci testo
  • Riduci testo
  • Stampa
  • Scarica la pagina in formato PDF
  • Raccomandare questa pagina
PFUE TVPFUE TV

I vertici della Presidenza

La Presidenza
nelle lingue dell'Unione europea