Logo della Presidenza francese del Consiglio dell'Unione europea - ue2008.fr

Get Adobe Flash player

Il Consiglio dell'Unione europea

Consiglio dell'UE (Bruxelles), MAEE, F. de La Mure Consiglio dell'UE (Bruxelles) MAEE, F. de La Mure

Creato nel 1957, il Consiglio dell'Unione europea è il principale organo decisionale dell'Unione europea. Rappresenta gli Stati membri dell'Unione europea.

Come funziona il Consiglio dell'Unione europea?

Gli argomenti riportati nell'ordine del giorno del Consiglio dell'Unione europea (chiamato più comunemente "il Consiglio") determinano la presenza dei ministri incaricati dei dossier trattati. Se ad esempio il Consiglio dell'Unione europea deve discutere questioni ambientali, il ministro dell'Ambiente di ogni Stato membro dovrà partecipare alla riunione, chiamata quindi Consiglio "Ambiente". In totale, vi sono nove formazioni del Consiglio dell'Unione europea:

  • Affari generali e relazioni esterne;
  • Affari economici e finanziari;
  • Giustizia e affari interni;
  • Occupazione, politica sociale, salute e consumatori;
  • Competitività;
  • Trasporti, telecomunicazioni ed energia;
  • Agricoltura e pesca;
  • Ambiente;
  • Istruzione, gioventù e cultura.

Durante le riunioni del Consiglio dell'Unione europea, ogni ministro presente è autorizzato a impegnare il suo governo. Ciò vuol dire che l'impegno del ministro equivale all'impegno di tutto il governo. Ogni ministro del Consiglio è responsabile anche davanti al suo parlamento nazionale e davanti ai cittadini rappresentati da questo parlamento. La legittimità democratica delle decisioni del Consiglio dell'Unione europea è così garantita.

La presidenza del Consiglio dell'Unione europea [link attivo con l'articolo sulla Presidenza] è esercitata per sei mesi da ogni Stato membro, a rotazione. La presidenza è assistita dal Segretariato generale, che prepara e garantisce il corretto svolgimento dei lavori del Consiglio. Attualmente, Javier Solana ha la carica di Segretario generale del Consiglio dell'Unione europea, Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune.
 

Per preparare i lavori del Consiglio dell'Unione europea, i "rappresentanti permanenti" (ambasciatori presso l'Unione europea che difendono gli interessi degli Stati membri) si riuniscono in Comitati dei rappresentanti permanenti divisi in COREPER I e COREPER II, a seconda degli argomenti trattati. Le questioni agricole fanno eccezione, poiché sono gestite per lo più da un "Comitato speciale agricoltura". A monte, circa 200 gruppi di lavoro, costituiti da funzionari delle amministrazioni nazionali, preparano le riunioni del COREPER.

In materia di politica estera e di sicurezza comune, il Comitato politico e di sicurezza (COPS) contribuisce alla definizione delle politiche, inoltrando degli avvisi al Consiglio. Il COPS esercita anche, sotto l'autorità del Consiglio, il controllo politico e la direzione strategica delle operazioni di gestione delle crisi.

Il Consiglio dell'Unione europea prende le sue decisioni per voto. Più un paese è popolato, più dispone di voti. Tuttavia, il numero di voti è ponderato in favore dei paesi meno popolati.

 
© Touteleurope

Nella maggior parte dei campi, il Consiglio dell'Unione europea adotta le sue decisioni alla maggioranza qualificata (che corrisponde al numero di voti che deve essere raggiunto affinché sia adottata una decisione; ogni paese dispone di un numero di voti diverso a seconda del peso demografico). In alcuni campi, quali la politica estera e di sicurezza comune, la fiscalità e la politica di asilo e d'immigrazione, il Consiglio dell'Unione europea deve pronunciarsi all'unanimità.

Cosa fa il Consiglio dell'Unione europea?

Distinguiamo due grandi modi di funzionamento del Consiglio dell'Unione europea.
Da un canto, il Consiglio tratta questioni su cui gli Stati membri hanno deciso di esercitare la loro sovranità in comune e di delegare alcuni poteri decisionali alle istituzioni europee (il campo " comunitario"). Vi ritroviamo:

  • La legislazione: il Consiglio adotta la legislazione europea. In numerosi campi, legifera congiuntamente con il Parlamento europeo, in base alle proposte legislative della Commissione.
  • Le politiche economiche: il Consiglio coordina i grandi orientamenti delle politiche economiche degli Stati membri. Questo coordinamento è svolto dai ministri dell'Economia e delle Finanze, che si riuniscono nell'ambito del Consiglio per gli Affari economici e finanziari (" Ecofin ").
  • Gli accordi internazionali: il Consiglio conclude accordi internazionali tra l'UE e uno o più paesi terzi o organizzazioni internazionali. Tali accordi riguardano il commercio, la cooperazione e lo sviluppo, o argomenti specifici quali il tessile, la pesca, i trasporti, ecc.
  • Il budget dell'UE: il Consiglio approva il budget dell'UE, in accordo con il Parlamento europeo.
  • D'altro canto, gli Stati membri possono decidere di coordinare la loro azione, senza delegare i loro poteri. Si tratta della cooperazione intergovernativa.
  • Politica estera e di sicurezza comune: il Consiglio dell'Unione europea definisce la politica estera e di sicurezza comune (PESC) dell'UE. Gli Stati membri conservano la loro sovranità nazionale in questi campi, ma traggono tutti i vantaggi da una concertazione nell'ambito del Consiglio. A titolo di esempio, per dotare l'UE dei mezzi per reagire più efficacemente alle crisi internazionali, il Consiglio ha potuto creare una "Forza europea di reazione rapida", che coordina le forze armate nazionali nelle operazioni umanitarie e di mantenimento della pace.
  • Cooperazione giudiziaria e di polizia: il Consiglio coordina la cooperazione tra le istanze giudiziarie e le forze di polizia nazionali in materia penale. La cooperazione giudiziaria garantisce la parità di trattamento e la libera circolazione dei cittadini europei da uno Stato all'altro. Congiuntamente alla cooperazione di polizia, contribuisce alla lotta contro la criminalità transfrontaliera e le minacce terroristiche.

  • Ultimo aggiornamento: 25.06.2008
  • Ingrandisci testo
  • Riduci testo
  • Stampa
  • Scarica la pagina in formato PDF
  • Raccomandare questa pagina
PFUE TVPFUE TV

I vertici della Presidenza

La Presidenza
nelle lingue dell'Unione europea