Logo della Presidenza francese del Consiglio dell'Unione europea - ue2008.fr

Get Adobe Flash player

Il Consiglio europeo

Il Consiglio europeo, © Picture-alliance / dpa Il Consiglio europeo © Picture-alliance / dpa

Il Consiglio europeo è il fulcro del dispositivo istituzionale dell'Unione europea, anche se non è un'istituzione secondo i termini dei trattati. Il Consiglio europeo è stato creato per iniziativa del presidente Giscard d'Estaing e del cancelliere Schmidt, nel 1974, per conferire riconoscimento ai " vertici " che riunivano fino ad allora i capi di Stato e di governo. Definisce i grandi orientamenti politici dell'Unione europea. L'Atto unico europeo, nonché i trattati di Maastricht e di Amsterdam hanno dato sempre maggiore peso al Consiglio europeo.

Come funziona il Consiglio europeo?

Il Consiglio europeo, che dalla decisione di febbraio 2002 si riunisce a Bruxelles, è composto da capi di Stato e di governo e dal Presidente della Commissione europea. Sono assistiti dai ministri degli Affari esteri degli Stati membri e da un membro della Commissione. Sono inoltre presenti il Segretario generale del Consiglio dell'Unione europea, Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune, che assiste il Presidente del Consiglio europeo, e il segretario generale della Commissione.

Il presidente del Consiglio europeo è il capo di Stato o di governo il cui paese esercita la presidenza del Consiglio dell'Unione europea. Il presidente anima i dibattiti e trae le conclusioni al termine del Consiglio stesso.

In linea di principio, il Consiglio europeo si riunisce quattro volte all'anno, ossia due volte per presidenza. In caso di circostanze eccezionali, il Consiglio può riunirsi in sessione straordinaria. Il giorno prima del Consiglio europeo, i capi di Stato e di governo si riuniscono per preparare i dibattiti del giorno dopo.

In genere, i lavori del Consiglio europeo si svolgono in una giornata. Prima dell'inizio dei dibattiti, il Presidente del Parlamento europeo fa una dichiarazione in cui espone le principali posizioni della sua istituzione in merito ai vari argomenti che saranno trattati dai capi di Stato o di governo.

Le riunioni del Consiglio europeo sono preparate dal Consiglio affari generali e relazioni esterne del Consiglio dell'Unione europea, che ne stabilisce anche l'ordine del giorno, per proposta della presidenza del Consiglio europeo. 

Cosa fa il Consiglio europeo?

Il Consiglio europeo dà all'Unione europea gli impulsi necessari al suo sviluppo e ne definisce gli orientamenti politici generali, nella fattispecie nel campo della politica estera e di sicurezza comune. Il Consiglio europeo non adotta atti legislativi formali, ma è l'istanza decisionale più importante dell'Unione europea. Le questioni più sensibili sono infatti dibattute e decise nel suo ambito. Gli accordi conclusi dai capi di Stato e di governo sono il prodotto di un consenso e non di un voto. Sono resi pubblici in forma di " conclusioni della presidenza ", che definiscono gli orientamenti politici per le istituzioni dell'Unione europea. Queste conclusioni possono indicare anche le tappe e le procedure che le varie istituzioni europee dovranno adottare.

Il Consiglio europeo può privare temporaneamente uno Stato membro di alcuni dei suoi diritti, se constata una grave violazione dei principi comuni degli Stati membri (libertà, democrazia, rispetto dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, Stato di diritto). 

D'altronde, il Consiglio europeo presenta al Parlamento europeo un rapporto al termine di ogni riunione e un rapporto scritto annuo inerente ai progressi realizzati dall'Unione.

  • Ultimo aggiornamento: 27.08.2008
  • Ingrandisci testo
  • Riduci testo
  • Stampa
  • Scarica la pagina in formato PDF
  • Raccomandare questa pagina
PFUE TVPFUE TV

I vertici della Presidenza

La Presidenza
nelle lingue dell'Unione europea